Sai che avere un blog aziendale è importante? Ecco perché

Aprire Un Blog Aziendale

Ti stai ancora chiedendo se per la tua attività, la tua azienda o il tuo brand sia indispensabile avere un blog e sei quindi indeciso se aprirlo o meno?Beh lascia che ti aiuti nella tua scelta: avere un blog aziendale è fondamentale e indispensabile al giorno d’oggi.

In questo articolo ti spiegherò perché, cercherò di chiarire tutti i dubbi che ti possono nascere e convincerti sull’importanza di questo fantastico strumento di comunicazione web.

 

Il blog è un canale diretto con gli utenti

Un blog (contrazione dei termini inglesi web e log) è un vero e proprio diario, dove scrivere propri pensieri e le proprie esperienze personali.

Allo stesso modo, un blog aziendale è una raccolta di considerazioni, opinioni e riflessioni sui prodotti o i servizi riguardanti la tua attività professionale.

In due parole è l’azienda stessa.

Il blog aziendale è la voce dell’azienda

 

Grazie ad un blog, si stabiliscono e si consolidano i rapporti con gli utenti attraverso i commenti, altro potentissimo strumento di comunicazione.

Rispondere alle osservazioni, ringraziare per i complimenti ricevuti, ribattere educatamente alle critiche sono attività necessarie nella nostra epoca digitale.

E ti assicuro che danno un’ottima visibilità.

 

La pagina Facebook non basta

Quando si parla di creare un blog aziendale, una delle obiezioni più forti è:

“Ho già la pagina Facebook, non mi serve un blog aziendale!!!”

Niente di più sbagliato!

 

La pagina Facebook è indispensabile per ogni attività, dal grande marchio alla piccola impresa familiare. Tuttavia da sola non è sufficiente a creare e consolidare la presenza online della tua attività.

Non sei convinto? Ecco un esempio per farti capire l’importanza del blog aziendale.

Devo comprare un ombrellone da mare quindi cerco un negozio vicino a me che venda questo tipo di articoli. Voglio anche capire se altre persone con questa esigenza hanno avuto esperienze positive o negative. Cerco “ombrelloni da mare” su Google.

 

Se tu vendi ombrelloni da mare e hai solo la pagina Facebook, è facile che tu non compaia nei risultati della mia ricerca, anche se la pagina è attivissima, hai tanti fans, condivisioni e mi piace.

Questo perché un blog aziendale ottimizzato con articoli e post – magari correlati di commenti positivi – che parlano di ombrelloni da mare ha una maggiore visibilità sui motori di ricerca rispetto alle pagine Facebook.

E oltre a questo c’è di più. Ricorda infatti che chi ha fatto mi piace sulla tua pagina Facebook non è un potenziale cliente mentre chi si è iscritto al tuo blog e vi interagisce, è facile che lo possa diventare.

 

Puoi guidare un utente a fare ciò che vuoi tu

Hai notato i pulsanti colorati che compaiono sui blog? Invitano a cliccare su di essi, ad iscriversi alla newsletter o a richiedere un contatto.

Questi pulsanti si chiamano in gergo call-to-action. Sono studiati appositamente per attirare l’attenzione dell’utente e spingerlo a compiere un’azione prestabilita.

Ecco la grande forza di un blog aziendale: avere uno scopo per raggiungere un obiettivo.

Se il tuo interesse è collezionare iscrizioni alla newsletter per poi inviare offerte allettanti, il blog dovrà essere studiato per fare questo.

E in tanti casi, se creato bene, ti permette di raggiungere il risultato.

 

Tre motivi… più uno

Questi elencati sono solo tre dei tanti motivi che ti dovrebbero convincere a creare – se non lo hai ancora – o curare – se già ce l’hai ma lo trascuri – un blog aziendale.

Tieni sempre a mente che il principale obiettivo di un blog è far conoscere te stesso, la tua azienda e il tuo prodotto. Quindi dovrà rispecchiare le tue caratteristiche e le tue particolarità, e dovrà essere originale e accattivante.

Solo così potrà avere successo!

 

About the author

Daniele Donati

Sono Daniele Donati, blogger, copywriter e webwriter. Per conoscermi meglio leggi la mia pagina

1comment

Leave a comment:


>