Come scrivere articoli online perfetti: la guida pratica

Come scrivere articoli online perfetti

Scrivere articoli online chiari, semplici e soprattutto comprensibili è la principale sfida di ogni blogger.

E questo sia perché per essere credibili sul web è importante scrivere post in maniera precisa e senza errori, sia per problemi – diciamo – più “tecnici”.

La lettura su uno schermo infatti può essere molto difficile.

Quindi, se vuoi che tuoi lettori leggano il tuo post dall’inizio alla fine devi seguire alcune semplici pratiche di scrittura.

Ecco le cinque più efficaci.

Scrivere articoli online efficaci con i consigli giusti

Per far sì che i tuoi post abbiano i risultati sperati in termini di letture, devi assicurarti che siano comprensibili.

Articoli difficili, scritti male e che non rispecchiano alcune linee guida studiate appositamente per la scrittura sul web non avranno successo.

Viceversa, scrivere testi piacevoli, di facile lettura e rispettando alcuni semplici criteri si tradurrà in più visitatori e un tasso di conversione più elevato.

In questo post, ti darò cinque suggerimenti su come migliorare la leggibilità dei tuoi testi e scrivere articoli online efficaci.

Focalizzati sulla tua audience

Per scrivere articoli online e farti capire è importante conoscere perfettamente i propri lettori.

Per questo, prima di iniziare il tuo lavoro, è importante avere bene in mente il tuo buyer personas.

Se vuoi sapere cosa sono e come fare per costruirla, leggi questa mia guida su come creare le buyer personas per il tuo blog.

Il tuo post dovrà essere indirizzato esclusivamente a lui (o lei): così facendo, puoi organizzare al meglio la tua comunicazione e renderla più efficace.

In secondo luogo, sempre riferendoti ai tuoi lettori tipo, è importante calibrare il tono e lo stile con cui scrivi.

Audience articolo online
Immagina il tuo articolo come stessi parlando a un a una conferenza: devi conoscere chi ti sta ascoltando.

Il tono è la voce “parlante” del tuo testo, mentre lo stile è il modo in cui lo scrivi.

Ad esempio il tono potrebbe essere simpatico e ironico, oppure polemico e provocatorio, lo stile di scrittura creativo, persuasivo o informativo, ed entrambi dipendono dal livello di formalità.

La conoscenza approfondita delle tue buyer personas, unita al buon senso, ti aiuterà a decidere, di volta in volta, come trovare il giusto equilibrio tra tono, stile e formalità.

Ricorda soltanto essere coerente.

Cerca di mantenere un tono omogeneo, non passare attraverso troppi stili e usa lo stesso livello di formalità per tutti i tuoi articoli del blog.

Evita il “muro di testo”

Riesci a leggere un testo come questo?

Scrivere articoli online pefertti: muro di testo
Un testo così non è propriamente una lettura facile, non trovi?

Il cosiddetto “muro di testo” ha sul lettore l’effetto che lo zampirone ha con le zanzare.

Solo che, a differenza del fastidioso insetto che disturba le calde serate estive, noi non vogliamo che il lettore se ne vada, tutt’altro!

Esistono delle tecniche per cercare di evitare

  • Inserisci titoli e sottotitoli H1, H2, H3, ecc.
  • Ogni volta che devi fare una lista (come in questo caso) usa gli elenchi puntati o numerati.
  • Usa il grassetto per evidenziare solo i concetti più importati di un testo e il corsivo per parole tecniche o in un’altra lingua.
  • Inserisci link e approfondimenti in un colore diverso e/o sottolineati.
  • Aggiungi immagini rilevanti e “parlanti” dentro al testo.
  • Fai un buon uso degli spazi bianchi.
  • Inserisci call-to-action, form di iscrizione, click to tweet e ogni altro strumento utile a creare dinamicità al testo.

In questo articolo trovi tutti questi piccoli e semplici accorgimenti: puoi usarlo come esempio per scrivere articoli sul tuo blog.

[bctt tweet=”Scrivere è come il sesso da vecchi: diventa ogni giorno più difficile, ma quando cominci non vorresti mai finire. Stephen King #aforismi” username=””]

Paragrafi chiari, frasi corte

Scrivere paragrafi chiari riveste un’importanza fondamentale nella leggibilità e nella comprensione di un articolo online.

Questi devono essere ben separati in due modi:

  1. visivamente attraverso l’uso degli spazi bianchi come visto in precedenza
  2. logicamente, ovvero sviluppando solo un concetto alla volta.

Una buona tecnica è inserire un titolo per ogni paragrafo.

Ricordati di iniziare sempre il paragrafo con la frase più importante: in questo modo il lettore sarà in grado di cogliere i contenuti più rilevanti dal tuo articolo, solo grazie a una rapida occhiata

Molto importante è anche non scrivere paragrafi più lunghi di 7-8 frasi e, allo stesso modo, cerca di scrivere frasi brevi che sono più facili da leggere e da capire a frasi lunghe e articolate.

Non solo: scrivendo frasi brevi avrai meno probabilità di commettere errori di grammatica e di logica.

Ma quando una frase viene considerata lunga? In genere sono quelle che contengono più di 20 parole.

Cerca di limitarle: il giusto “peso” in un articolo online dovrebbe aggirarsi attorno al 25% di parole lunghe.

Questo articolo rimane sotto a questa soglia, come vedi dall’immagine:

Analisi leggibilità articolo online
È importante rimanere sotto alla soglia del 25% di frasi lunghe per avere buona leggibilità

Usa le parole a tuo vantaggio

Si può scrivere un testo molto più leggibile utilizzando parole giuste di transizione.

Di cosa si tratta?

Le parole di transizione sono parole che “agganciano” più frasi e trasportano il lettore da un concetto all’altro, fornendo una sorta di direzione ai tuoi lettori.

Per farti un esempio, perché è la più classica tra le parole di transizione.

Ecco le altre parole di transizione e come usarle nei tuoi articoli:

  • inoltreecco – per aggiungere un’idea a un concetto espresso in precedenza puoi usare
  • peròinvece o mentre – per confrontare o esaltare un contrasto utilizza
  • dunque quindi o di conseguenza per dimostrare un rapporto di causa-effetto puoi scrivere
  • innanzi tutto, in secondo luogo – per descrivere uno o più fatti collegati tra loro
  • per riassumerein breveper concludere – seguiti da una riaffermazione della tua tesi o dell’argomento principale del post per terminarlo.

Usare le parole di transizione è come mettere il cemento tra le frasi: la relazione tra esse si manifesta con l’uso di questi vocaboli.

Se farai un uso corretto di questo tipo di parole prenderai i tuoi lettori per mano e li condurrai condotti attraverso tuo post, fino in fondo.

Keyword vs. sinonimi

Tempo fa esisteva un bravo SEO ti avrebbe suggerito: “Scegli una parola chiave e infarcisci le tue pagine web di questa parola”.

Se, ad esempio, volevi posizionare il tuo sito sulla keyword Hotel Rimini dovevi scrivere queste due parole ovunque possibile, anche stravolgendo la comprensione dei tuoi testi.

E non solo sui testi!

Queste keyword andavano inserite in apposite sezioni nascoste. Queste, tecnicamente chiamate meta tag, consentivano ai motori di ricerca di interpretare la pagina in una certa maniera.

Oggi non funziona più così.

Il concetto di keyword è stato superato, oggi valgono altre regole.

Sebbene alcuni accorgimenti funzionino ancora – poi vedremo quali – i motori di ricerca con Google in testa sono profondamente cambiati.

Possiamo dire che valga più la sostanza che la forma.

Ecco un esempio per farti capire meglio questo concetto.

Esempio articolo online perfetto
Non è necessario ripetere la stessa keyword per posizionare il testo (fonte immagine: https://moz.com/blog/7-advanced-seo-concepts)

Come vedi dall’immagine sopra, se scrivi un articolo su foto per cani, non è necessario ripetere questo concetto, ma puoi usare benissimo delle varianti naturali per il termine.

Anzi, Google incoraggia questa pratica e penalizza il keywor stuffing, ovvero la ripetizione “selvaggia di una keyword, proprio come si faceva agli albori della SEO.

Attenzione: il concetto di keyword rimane comunque valido.

È buona regola infatti inserirle in settori specifici delle tue pagine o articoli come:

  • Titolo della pagina
  • Almeno un sottotitolo (H1,H2,H3)
  • URL della pagina
  • Tag alt dell’immagine
  • Meta description.

In questo articolo ci sono tutti questi esempi…riesci a individuarli?

P.S.: se vuoi approfondire questi argomenti nel dettaglio ti consiglio i seguenti articoli

  1. Sette metodi efficaci per scrivere un titolo eccezionale
  2. Come trovare bellissime immagini gratis per il tuo blog
  3. Scrivere meta description sul tuo blog: ecco come fare

Scrivere articoli online non è difficile, se sai come farlo!

Come hai potuto leggere, scrivere articoli online che funzionino non è così difficile, è solo necessario un po’ di allenamento.

Inizialmente dovrai stare attento a rispettare queste piccole e semplici linee guida che ti ho appena illustrato, ma vedrai che con il tempo le assimilerai a livello inconscio.

E a quel punto inizierai a non doverci pensare più!

L’ultima raccomandazione con la quale ti lascio è: cerca di scrivere in modo più naturale possibile.

Solo così riuscirai ad appassionare i tuoi lettori ai tuoi articoli e far sì che diventi per loro un punto di riferimento sul quale contare.

Immagine 1:Designed by creativeart / Freepik
Immagine 2:Designed by Katemangostar / Freepik

About the author

Daniele Donati

Sono Daniele Donati, blogger, copywriter e webwriter. Per conoscermi meglio leggi la mia pagina

Leave a comment:


>