Cos’è un blog? Consigli utili per diventare blogger

Co'è un blog? Dritte e consigli per aspiranti blogger

Forse in giro per internet avrai già sentito la frase “se vuoi avere successo sul web devi avere un blog”.

È vero perché un blog è uno strumento potentissimo a tua disposizione, soprattutto se vuoi fare pubblicità alle tue attività personali e professionali.

Ma prima di tutto, devi capire bene cos’è un blog e perché ti può essere utile.

In questo articolo trovi una breve spiegazione, e alcuni piccoli consigli per poter partire con un blog tutto tuo.

 

Il mondo prima dei blog

Per capire cos’è un blog dobbiamo fare un passo indietro alla fine degli anni ’90.

In quel periodo internet era ancora poco diffuso, per fare ricerche online si usavano motori come Altavista, Virgilio a Arianna e Mark Zuckerberg era un giovane studente delle medie con la passione della programmazione…

Ebbene sì, anche se oggi può sembrare strano c’è stato un periodo in cui internet era solo uno strumento informativo e non un posto dove passare il tempo a insultare e condividere foto di gattini.

Nel primi anni di vita del world wide web, i siti erano molto semplici e permettevano solo una conversazione unilaterale, ovvero qualcuno scriveva e tutti gli altri leggevano.

Gestire un sito web era piuttosto complesso e chi lo faceva, aveva generalmente ottime conoscenze informatiche e di programmazione.

Lo sviluppo dei blog è coinciso con l’avvento di strumenti di pubblicazione sul web adatti anche chi non aveva queste capacità, permettendo la pubblicazione di contenuti da parte degli utenti non tecnici.

 

Letteralmente, cos’è un blog?

Il termine blog è la contrazione di web log, ovvero un diario online dove poter scrivere tutto ciò che uno vuole, senza censura.

In termini tecnici non è altro che un particolare sito web composto da articoli (chiamati comunemente post) che appaiono generalmente in ordine cronologico inverso.

Gli articoli più recenti stanno nella pagina principale o home page, mentre quelli più vecchi in fondo alla pagina o in quelle seguenti.

Una caratteristica principale di un blog è la possibilità che offre agli utenti che leggono i contenuti di interagire con l’autore – o gli autori – degli stessi.

Grazie ad un sistema di commenti, i pulsanti per la condivisione sui social network e l’inserimento di link, attorno ai post si creano vere e proprie discussioni.

Tutto questo è possibile grazie a dei specifici software di pubblicazione creati ad-hoc per questo scopo, che danno la possibilità a chi non ha alcuna conoscenza di programmazione, di poter pubblicare i propri articoli.

I principali motori per creare un blog sono: WordPress, Joomla!, Blogger e Blogspot.

 

Parole derivanti e strettamente collegate al mondo dei blog:
Blogging – l’atto di scrivere un post per un blog
Blogger – una persona che scrive il contenuto per un blog
Blogosphere – la comunità online di blog e blogger

 

A che cosa serve un blog

Ora che hai capito cos’è un blog, veniamo ora al punto cruciale di questo articolo: a che cosa serve avere un blog?

Un blog serve principalmente per quattro motivi:

  1. Fare personal branding
  2. Dare sfogo alle passioni
  3. Promuovere un’azienda
  4. Creare una rendita passiva

Andiamo a vedere nel dettaglio una ad una.

 

Fare personal branding

Personal branding non è nient’altro che la “promozione” di te stesso e della tua attività professionale.

Al giorno d’oggi la vita online è strettamente correlata a quella offline.

A tutti infatti è capitato almeno una volta di aver fatto ricerche su Google o Facebook per reperire informazioni riguardanti una persona. L’uomo si sa, è un animale mooolto curioso…

Fare personal branding significa cercare apparire in queste ricerche, e soprattutto, cercare di creare un’ottima reputazione online.

Sul web, come nella vita reale, la prima impressione è quella che conta e non esiste una seconda chance per fare una buona prima impressione.

Quindi è importante curare la propria immagine online e avere un blog ti può aiutare.

Ricorda inoltre che non avere attività online (non solo un blog, ma anche un profilo social) è una scelta ben precisa.

 

Dare sfogo alle passioni

Come ho scritto all’inizio di questo articolo, i blog sono nati con lo scopo di raccontare la vita delle persone online, e tra gli argomenti principali dei diari online ci sono le proprie passioni.

Avere un blog e scrivere delle proprie passioni (ad esempio cucina, giardinaggio, fai-da-te…) è un modo per rendersi utili alle persone che navigano alla ricerca di informazioni.

Non solo: scrivere un blog sulle tue passioni ti identifica come un esperto di quel settore specifico e ti apre grosse opportunità di trasformare la tua passione in un vero e proprio lavoro.

 

Promuovere un’azienda

Allo stesso modo del personal branding, scrivere un blog aiuta notevolmente a promuovere un’azienda sul web.

Sfruttando le tecniche di inbound marketing è possibile generare lead e contatti interessati ai prodotti e servizi di un’azienda che capitano sul blog aziendale alla ricerca di informazioni specifico.

D’altro canto un’azienda che mette a disposizione il proprio know-how per risolvere i piccoli problemi quotidiani degli utenti.

Ti faccio un esempio concreto per capire meglio questo concetto.

Sul blog di Danea ci sono diverse guide molto ben fatte e tempo fa, cercando informazioni su come scrivere un business plan, mi sono imbattuto una di queste.

È stata per me di grande aiuto, tant’è che quando ho avuto necessità di comprare un software di fatturazione (che sviluppa Danea), secondo te a quale azienda mi sono rivolto? 🙂

 

Creare una rendita passiva

In gergo si dice monetizzare un blog, ovvero fare in modo che questo possa generare una rendita passiva. Questa di solito dovrebbe almeno coprire le spese vive come il rinnovo annuale del dominio, il costo di sviluppo del sito e quello di temi e plugin.

Tuttavia, non sono rari i casi in cui un blog abbia creato delle entrate notevoli.

Esistono infatti tanti esempi di blog che, nati da passioni, hanno avuto un successo tale da permettere ai proprietari di abbandonare i precedenti lavori per dedicarsi esclusivamente ad essi.

Sono tanti metodi per monetizzare un blog: inserire di banner pubblicitari, creare una rete di affiliazioni verso siti o servizi a pagamento, scrivere guide o ebook su argomenti specifici da vendere all’interno del blog.

 

Il tuo blog in quattro fasi

A questo punto, dopo aver visto cos’è un blog e a cosa serve, è importante capire quali sono i passi necessari da compiere prima di aprire un blog.

Per creare un blog di successo, che duri nel tempo e che ti dia soddisfazione devi:

  1. Decidere lo scopo del tuo blog tra quelli visti in precedenza
  2. Scrivere la tua unique value proposition ed averla ben chiara fin da subito
  3. Creare il tuo pubblico di lettori definito, le tue buyer personas
  4. Scrivere almeno cinque o sei articoli prima di pubblicare il blog

Questo è tutto, se vuoi fammi sapere nei commenti come sta andando la creazione del to blog.

Vuoi imparare a creare il tuo blog facilmente? CLICCA QUI</a

About the author

Daniele Donati

Sono Daniele Donati, blogger, copywriter e webwriter. Per conoscermi meglio leggi la mia pagina

Leave a comment:


>